fbpx

 John Maeda ha un’interessante background, che spazia dal tech al design (è stato docente in entrambe le materie), nominato una delle persone più influenti del XXI secolo da Esquire. 

How to speak machine“, pubblicato proprio nel 2019, esplora le interconnessioni tra i due mondi: può esistere la tecnologia senza il buon design? Forse si, ma in tal caso sarebbe di grande frustrazione per gli utenti. 

Può il design esistere senza tecnologia? Forse nel 2020 ciò è poco probabile, in quanto anche le nostre case, auto, e sempre più spesso vestiti, accessori etc. sono interconnessi tra loro e dialogano, generando e scambiando dati su una rete informatica.

Il libro è arricchito da esempi in pseudo-codice che aiutano a comprendere meglio gli esempi più tecnici e non manca di includere simpatici esempi collegati alla vita e trascorsi dell’autore (anche se a volte risultano un po’ buffi, ma non escludo l’effetto sia voluto).

Testo ampiamente divulgativo, lo consiglio come benvenuto per chi si avvicina per la prima volta alle tematiche relative alla user experience in ambito digital e apprezzare come design e sviluppo siano ormai materie che viaggiano di pari passo nella creazione di esperienze digitali.

Trovi tutte le nostre recensioni qui: Recensioni

 

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

arkethype digital transformation cos'è trasformazione digitaleArkethype Marketing Automation cosa è a cosa serve