Rendiamo la trasformazione digitale la tua storia di successo

La digital transformation a portata di umano

L’azienda è, per sua natura, un organismo mutevole e mutabile che agisce, e più spesso reagisce, in base agli stimoli che provengono dall’ambiente nel quale opera e dalle decisioni del management.
Se questa capacità di metamorfosi è un talento nelle prime fasi di vita dell’azienda, essa tende a venir meno, decretando una certa rigidità nel DNA aziendale. L’aumentare delle dimensioni della stessa, il raggiungimento di una posizione all’interno del mercato, il consolidamento delle figure direzionali: monoliti difficili da smuovere con l’andare del tempo.
Ecco perché, in sintesi, un percorso di trasformazione è spesso visto con reverenza, se non con timore.

La trasformazione madre del nostro tempo, la trasformazione digitale, ovvero il processo di evoluzione del business e dei processi aziendali (se vuoi approfondire, ti consiglio il nostro articolo Trasformazione Digitale in sei facili step) non fa eccezione. Dati alla mano, la digital transformation risulta essere un iter con un tasso di insuccesso più elevato rispetto ad altri processi aziendali di uguale portata. Solo 3 su 10 progetti di digital transformation vengono conclusi in modo positivo, secondo un’indagine di Deloitte risalente al 2017.

Obiettivo di questo approfondimento è andare a disegnare una checklist da verificare giornalmente affinché la trasformazione digitale possa essere implementata e portata a termine con successo.

“Il più grande rischio è non correre nessun rischio”
Mark Zuckerberg

La digital transformation è uno dei processi più critici nel ciclo di vita di un’azienda. Ma seguendo questi punti chiave, aumenterai la tua possibilità di riuscita in modo esponenziale

Costruire un team di talenti

Già lo saprai, se hai letto il nostro articolo sulle Competenze Chiave della Trasformazione Digitale: le persone sono alla base di ogni progetto di digital transformation. Il primo obiettivo è quello di costruire un team con le giuste competenze e la giusta motivazione per la riuscita di un progetto tanto ambizioso.

Abilitare il team a lavorare in modo innovativo

Inutile avviare un processo di digital transformation pensando di difendere strenuamente lo status quo, e l’ “abbiamo sempre fatto così”. Fornisci al tuo team di trasformatori gli strumenti adeguati per guardare al futuro. Con questo intendiamo attrezzature per lavorare da remoto e in qualsiasi momento, sia hardware che software. Da meeting room dotate di attrezzature video a canali di comunicazione snelli quali Slack, Trello, Drive, Asana, solo per citarne alcuni.
Incentiva la possibilità di fare formazione su temi in costante evoluzione, sia relativi al marketing digitale che nuove tecnologie che mercati e scenari di business.
Diversamente rischi di far scendere in campo il tuo team armato di spade di legno, mentre i tuoi competitor hanno bazooka e mitra. L’esito lo puoi facilmente immaginare.

Rendere il fallimento accettabile

Capisco possa sembrare un controsenso consigliare di rendere accettabile il fallimento in una guida che parla di come scongiurarlo. Ma in un processo tanto ambizioso può certamente capitare di imboccare pur in buona fede vicoli ciechi e strade senza uscita, senza per questo dover cestinare l’intero progetto di trasformazione digitale.
Abbiamo parlato anche di questo con il nostro amico Andrea Dusi, durante il nostro workshop Fail Fast. Quel che è necessario è misurare gli insuccessi tanto quanto i successi, e apprendere una lezione da ciascuno di essi, senza creare un clima di “caccia alle streghe” tra i possibili responsabili. Alimentiamo un sistema di peer review (ossia la revisione e commento delle performance individuali tra colleghi dello stesso team) e check a più occhi proprio per enfatizzare che il successo e il fallimento non sono mai individuali, ma collettivi.

Incentivare la comunicazione

Spesso, immersi nell’operatività di tutti i giorni, dimentichiamo l’importanza della comunicazione sia tra singoli che tra team. Aggiungiamo quindi, ai tool digitali, strumenti tradizionali: meeting periodici di allineamento di persona, coffee-meeting o stand-up meeting (ossia rapidi incontri, dove tutti rimangono in piedi e si discute solo per il tempo strettamente necessario a smarcare i temi in agenda). Il tutto organizzato in modo diretto, con pranzi e occasioni informali per celebrare con il team piccoli successi e mantenere alto il focus su obiettivi e milestone. Non perdiamo nessuna opportunità per raccontare la storia che stiamo scrivendo in azienda: una storia unica dove noi siamo registi ma anche attori.

Avere una strategia di lungo periodo

Il percorso di trasformazione digitale richiede per sua natura un orizzonte medio-lungo per dare i suoi frutti. Niente di peggiore che misurare un progetto di digital transformation con obiettivi di breve termine. Costruiamo una strategia di crescita pluriennale che tenga conto non solo della parte di economics, ma anche della soddisfazione dei nostri clienti, del tasso di abbandono degli stessi, della spesa di acquisto media, del tasso di soddisfazione dei dipendenti, della quota di mercato conquistata. Queste metriche non solo saranno fondamentali per valutare opportunamente l’evoluzione del business in futuro, ma diverranno anche stimolo per il nostro team. La squadra avrà ben chiaro quali saranno i risultati da raggiungere, in totale trasparenza.

Ricordiamo che la digital transformation è un processo ad alto impatto: se da una parte il rischio resta forse elevato, dall’altra solo le aziende che sapranno gestire a proprio vantaggio questa trasformazione saranno coloro che guideranno il mercato del prossimo decennio.
Sta a te capire se vuoi fare parte del 30% di aziende che ha successo o del restante 70%, destinate all’oblio. Se questo cammino ti pare impervio e vuoi il nostro aiuto scrivici, siamo qui per aiutarti in questo viaggio!

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

arkethype trasformazione digitale competenze